Catalyst > Eventi > Catalyst Racconta la scena dei Medici

Catalyst Racconta la scena dei Medici

Nel Giardino delle Meraviglie di Pratolino una mostra evento svela i segreti dello Spettacolo fiorentino ai tempi dei Medici

Domenica 22 settembre, alle ore 11.00 al Parco Mediceo Pratolino Catalyst ci accompagna alla scoperta della Scena dei Medici, con una visita spettacolo all’insegna della meraviglia, all’interno delle Scuderie del Buontalenti, il grande edificio che si incontra alla fine della discesa d’accesso al Parco Mediceo di Pratolino recentemente restaurato. Qui dallo scorso novembre è stata allestito una mostra permanente che vede finalmente esposti al pubblico i modellini dei Teatri Medicei, realizzati negli anni ‘70 dal Professor Ludovico Zorzi e dall’Architetto Cesare Lisi per dare forma e corpo ai prodigi scenotecnici della scena teatrale fiorentina tra XV e XVII secolo.

Una mostra di straordinario fascino che ci conduce nello spettacolo mediceo a partire dalle sacre rappresentazioni, attraverso i grandi allestimenti nei palazzi di Corte, fino alla nascita dei veri e propri Teatri all’interno degli Uffizi o del Palazzo della Dogana.

Attraverso i sorprendenti modellini esposti si percorre la storia degli spazi di alcune tra le principali rappresentazioni fiorentine svoltesi in chiese, piazze, palazzi, giardini fino a teatri veri e propri: tutti luoghi deputati presentati al visitatore tramite le splendide ricostruzioni dei dodici modelli lignei: le Sacre Rappresentazioni Brunelleschiani di San Felice in Piazza, Santissima Annunziata e Chiesa del Carmine, l’allestimento e la scena realizzata da Bastiano da San Gallo nel Cortile di Palazzo Medici Riccardi, il palco e la Sala Vasariana nel Salone dei 500, il Teatro Mediceo del Buontalenti con la sua scena mobile, il Teatro della Dogana di Baldracca e il Cortile di Palazzo Pitti con il grandioso Anfiteatro di Boboli e un dettaglio delle gradinate. Una mostra suggestiva, sorprendente che ci accompagna in un mondo meraviglioso ed effimero che oggi finalmente possiamo conoscere grazie a queste preziose riproduzioni e alle letture di documenti e letture originali del tempo. Un viaggio nella storia dello spettacolo con veri e propri intermezzi spettacolari che attraverso le testimonianze dell’epoca, letture di estratti dalle opere rappresentate e improvvisazioni alla maniera dei Comici dell’Arte, farà rivivere i fasti della scena teatrale fiorentina Cinque e Seicentesca.

Per i Medici, infatti, lo spettacolo non era soltanto un genere d’evasione, comunque dato in pasto al popolo per distrarlo dai problemi ben più gravi in cui spesso versava, ma principalmente uno strumento politico atto a suscitare meraviglia e ammirazione da parte degli ospiti stranieri che giungevano a Firenze in occasioni particolari. Come il resto delle arti anche il teatro si connotava così come un’arma della “politica dell’immagine”, vetrina attraverso la quale i Signori ostentavano la propria ricchezza, potenza, ingegno, creatività, inorgogliendo i cittadini tutti dell’appartenenza a quella realtà. L’allestimento della mostra e le incursioni teatrali dal vivo delle attrici di Catalyst trascinano il visitatore nello spazio scenico attraverso un labirinto di macchinari, fondali, prospettive, cortine, scene posticce e quant’altro lo possa inserire all’interno della macchina dello spettacolo fiorentino.

Una vera e propria avventura spettacolare ricca di sorprese e di immagini spettacolari che ci conduce, tra voli d’angelo e apparizioni infernali, tra divinità immortali a cavalcioni di nubi e altre meraviglie di cartapesta e bambagia, verso la nascita dell’edificio teatrale e delle forme di spettacolo che ancora oggi conosciamo.

Attenzione: le visite si terranno anche in caso di maltempo, utilizzando gli spazi al coperto all’interno del Parco (Scuderie, Locanda)

 Le visite sono gratuite e non è necessaria prenotazione.
Per informazioni: 055 4080721

Lascia un commento

due × quattro =