traG.com

scritta neon sito

Arriva traG.com, la prima web serie teatrale italiana, diretta da Riccardo Rombi e creata dalla Compagnia Catalyst al Teatro Corsini di Barberino. La serie in 10 episodi ripercorre quelle che sono le figure chiave della storia del Teatro, attraverso l’interpretazione di un gruppo di attori che, rimasti chiusi in teatro, tentano disperatamente di mettere in scena uno spettacolo. Le relazioni personali dei vari attori si fondono con quelle dei personaggi, in un esperimento metateatrale in cui è difficile capire quale sia il limite tra realtà e finzione.

Pronto a conoscere i protagonisti della serie?

 

 

Jasmine è la prim’attrice della compagnia, femme fatale e diva sempre alle prese con uno dei suoi esperimenti culinari. Tra divismo e cucina, cerca di rimarcare il suo primato tanto nella recitazione, quanto nelle relazioni amorose, in una tresca che la vede al centro delle attenzioni del circense Geppo, ma anche del musicista Elvis.
A interpretare Jasmine troviamo Giorgia Calandrini, una giovane attrice di grande talento, protagonista di diverse produzioni Catalyst ormai da alcuni anni. Studentessa di giurisprudenza, si è diplomata come attrice al CRF Catalyst, per iniziare subito il suo percorso all’interno della Compagnia con un’incredibile performance ne Le Scacciapaura.

Jasmine

Giusy

 

 

Giusy è la giovane new entry della compagnia, che cerca di affermarsi nel gruppo anche se completamente spaesata in questo mondo di luci e intrighi personali. È un personaggio con la testa tra le nuvole, a cui non sfuggono però le frecciatine di Jasmine, prim’attrice della compagnia, invidiosa nei confronti dello spazio che le viene affidato nei vari ruoli dal regista.
A interpretare Giusy troviamo effettivamente l’attrice più giovane di Catalyst: Dafne Tinti, una studentessa di soli 24 anni e brillante attrice emergente della Compagnia. Ha terminato il suo percorso di formazione come attrice al CRF Catalyst nel 2019, ed è subito stata inserita nelle produzioni della Compagnia.

 

 

Teo è un instancabile filosofo alla ricerca del senso dell’esistenza e dell’arte, che nel momento di una risposta concreta alle sue domande viene colto puntualmente da un vuoto esistenziale. Riuscirà a trovare ciò che cerca? Quello che è certo è che interpreta i vari ruoli con spiccato senso critico… se questo faccia piacere o meno al regista è un altro discorso.
Francesco Franzosi interpreta il personaggio di Teo, con cui ha da subito instaurato un rapporto di affinità, proprio per il suo approccio critico al personaggio. Un attore navigato, che ha avuto modo di mettere in luce il suo talento anche in diverse produzioni della Compagnia Catalyst: tra tutte svetta l’Albero della Memoria che quest’anno festeggia 6 anni di circuitazione.

Teo

Geppo

 

 

Geppo è un clown che si ritrova a dover fare l’attore in questo gruppo fatto di rivalità professionali, ma soprattutto personali. È innamorato della bella Jasmine, di cui è molto geloso: di certo non si fa sfuggire le avances che la prim’attrice si scambia con il musicista Elvis, motivo per il quale non prova una grande simpatia per il maestro. Geppo è un personaggio comico, in cui recitazione e clownerie si fondono in una serie di gag divertenti e affascinanti al tempo stesso.
A interpretare Geppo c’è David Bianchi, in arte Giulivo Clown. Diplomato alla Noveau Clown Institute di Barcellona, David è un professionista dalla serietà quasi maniacale, sempre attento a perfezionare i suoi numeri in ogni piccolo dettaglio. Tra le produzioni della Compagnia Catalyst a cui ha partecipato citiamo il suo grande successo: Casa Romantika.

 

 

Elvis è un musicista romano dalla battuta facile e con un brano sempre pronto, per assecondare le richieste improbabili che il regista gli pone di volta in volta. Vive in un mondo tutto suo, lontano dagli intrighi personali degli attori di cui non si interessa: il teatro è qualcosa che non lo riguarda. O almeno, non lo riguarda finché non si tratta della prim’attrice della compagnia, per la quale il maestro non nasconde la sua infatuazione.
Gabriele Savarese interpreta il personaggio di Elvis. È un musicista poliedrico di straordinaria abilità e talento, sempre in giro tra Europa, America e Asia.  Laureato al conservatorio di Fiesole, nella sua carriera ha collaborato con molti artisti e musicisti d’eccezione, ed è entrato a far parte della Compagnia Catalyst già da qualche tempo, con il grande successo del Decaneurone.

Elvis

Pino

 

 

Pino è un attore di esperienza, il cui matrimonio con la giovane e bella Giusy soffre di questa convivenza forzata. Così le vicende matrimoniali si incrociano con quelle professionali, rendendolo a volte collerico, altre volte impotente di fronte all’avvicendarsi degli eventi. La sua diventa così una sorta di lotta spasmodica nel tentativo di dare un senso ad una situazione folle che senso non ha.
Ciro Masella attraversa la scena teatrale italiana ormai da anni, in maniera funambolica ed eclettica, interpretando autori classici, ma anche contemporanei, sempre mantenendo equilibrio e lucidità. Con il Teatro Corsini il rapporto ha origini lontane, infatti abbiamo avuto modo di vederlo in scena già nel 2019, nei Promessi Sposi. Da allora è nata una relazione con il nostro territorio che supera anche le chiusure dei teatri avvenute in seguito alla pandemia, con un esperimento web che rappresenta una vera novità nel panorama culturale italiano contemporaneo.